BIOGRAFIA di LucianoGatto

 

 

 

Sono nato a Venezia, sposato e con due figli: Nadia e Roberto.

Nell'anno 1955 un mio vicino di casa, che conosceva la mia passione per il disegno e per i personaggi Disney, mi disse che il figlio di un fornaio ( un tale RomanoScarpa ) aveva iniziato a disegnare delle storie per la Mondadori e per il mensile "TOPOLINO".

Questa notizia mi entusiasmò e mi misi con impegno a copiare i personaggi disneyani, sopratutto i topi, pensando di poter utilizzare la mia passione per poter guadagnare qualcosa, essendo disoccupato.

Quanto prima portai in visione a RomanoScarpa le mie esercitazioni ricevendone dei suggerimenti, particolarmente per l'inchiostrazione a china essendo Egli interessato ad avere questo tipo di aiuto incontrando difficoltà in tale opera.

Da autodidatta, cominciai ad esercitarmi cercando di imparare il più possibile ed il più presto possibile sull'inchiostrazione, sul disegno del mondo disneyano ed altro.

Nel giugno del 1956 riuscii a vendere alle Edizioni "Il Ponte", dirette da RenatoBianconi, tre racconti brevi con miei personaggi, una ventina di tavole, ma momentaneamente non successe nient'altro. Il Direttore però non si dimenticò di me e nel dicembre dello stesso anno mi inviò una sceneggiatura di 12 tavole da illustrare con il personaggio RavioloKid.

Questa fu la prima storia commissionatami. Per quattro anni disegnai per Loro Raviolo Kid, Geppo, Nonna Abelarda, Mao-Duebaffi ed Ockey-Papero, ecc... ma sopratutto il mio personaggio PIETRINO.

Quasi contemporaneamente cominciai a ripassare a china, lo feci per circa un anno (anche se anni dopo, in seguito al militare e sino al Suo congedo, sostituii GiorgioCavazzano, divenuto il nuovo inchiostratore, assieme al collega LucianoCapitanio), le tavole di RomanoScarpa (Inserita la lista delle storie ripassate per Romano: storie memorabili come "Topolino e la nave del microcosmo, I Sette Nani e il trono di diamanti, Paperino e la Leggenda dello Scozzese Volante, Topolino e l'unghia di Kalý ).

Tutto questo non mi bastava, la mia meta era disegnare " DISNEY " , perciò proposi la mia collaborazione al " TOPOLINO ".

Il 18 marzo 1958 fui invitato a Milano dal Direttore MarioGentilini che mi commissionò l'illustrazione della mia prima storia disneyana: "Paperino e il ciliegio rabdomante".

La mia collaborazione con "TOPOLINO & C." non si è mai interrotta, pur disegnando anche per altri Editori italiani e stranieri con l'aiuto di vari ripassatori, ed è tuttora produttiva e la principale.

Venezia 15 febbraio 2011

LucianoGatto